01

luglio

2017

Incipit sci-fi

by | Incipit | 0 comments

Gli bastò volerlo e i cristalli si fecero trasparenti.
“Che magia del cazzo” mormorò a mezza voce. Poi ammiccò al proprio riflesso e scosse la testa. Fuori, il cielo d’inverno era chiaro e distante. Due piani più sotto, il ghiaccio ricopriva l’erba e velava il cemento. Sembrava neve, pensò, anche se la neve era un’altra cosa che potevano solo ricordare.

0 Comments

Rispondi

Pin It on Pinterest

Share This